MEZZA MARATONA DE L’AQUILA, CECCHIGNOLA, CASTELNUOVO

150 Condivisioni

Eccoci Ragazzi

si parte molto presto per la prima edizione della Mezza Maratona de L’Aquila, tanto calore delle persone, che va a colmare il freddo mattutino. Il clima è pregno anche del forte significato che rappresenta correre in questi luoghi, in cui ancora si respira aria di post terremoto. Un sentito minuto di silenzio precede il lungo serpentone che conduce fino alla zona partenza. Purtroppo è mancato il tempo per il riscaldamento, si parte quindi con i muscoli freddi, che creano difficoltà ad affrontare la ripidissima discesa iniziale. La gara prende il suo ritmo, non senza alcuni piccoli strappetti, si passa in tutte le zone toccate dal sisma, in una cornice di colori autunnali che lasciano davvero senza fiato, e così, sfiatati si affronta la ripidissima salita finale, con pendenza del 7%. Giulio Conforti arriva 4° assoluto per poco, e 1° di cat. il nostro Lupo della Sila, nonchè Presidente, sempre controllando la gara,  si piazza 8° assoluto e 3° di cat. Daniele Iossa 16° assoluto e 7° di cat. Claudio Migliorati che sta rientrando alla grande 5° di cat. Antonio Fornari 9° di cat. Jacopo Pretolani gareggia affiancando un amico, a cui promette e mantiene il suo PB. Infine De luca, Di Bartolomeo, Pietrella e Cinquina,  concludono la classifica maschile. Valentina Rainone, Chiara Lepori e le nostre Twings, quella femminile. La massiccia partecipazione alla manifestazione ha esaurito le medaglie, pertanto qualcuno è rimasto senza, ma l’organizzazione provvederà alla consegna. Infine come è usanza bradipa, si è passati al post gara con birra arrosticini, e altri prodotti locali si è conclusa questa emozionante giornata.
Oltre alla bella giornata a L’Aquila molte altre strade sono state battute dai nostri bradipi. Parliamo della Corri alla Cecchignola, gara tortuosa e articolata, intorno alle Caserme della Cecchignola. I bradipi qui sono 7, con Matteo Noro 9° assoluto e 5° di cat., a seguire Schirripa, Primerano Mirachi, Celi, Mauro Masella, Elisei, e a difendere la bandiera rosa, la nostra instancabile Luisa Lombardi (9a di cat.), che sabato ha partecipato  anche al 3000 di Emilio con discreta soddisfazione.
Salendo a Rocca di Papa troviamo il nostro Massimiliano Capobianco che prende parte alla Maratonina delle Castagne, piazzandosi 9° di cat. su una distanza di 9,800mt.
Scendendo in Puglia, si corre la Ganten half Marathon, dove il nostro bradipo solitario, Gabriele Levi fa la sua bella figura in un atmosfera in piena estate nella splendida Bari.
A Fiuggi Terme nella Scorrendo tra le fonti altro bradipo solitario, Alessandro Reali corre la sua 10 km arrivando 5° di cat. La gara si presenta impegnativa, con due giri da 5 km e salite tostissime.
Tornado in zona, a Castelnuovo corre la nostra Carmela Fedele, prendendosi l’ 8° posto di cat. anche in questo caso, il percorso che si trova davanti la nostra atleta è impegnativo, soprattutto per il caldo clima estivo che ancora abbiamo in queste splendide giornate autunnali.
Dalla famiglia bradipa è tutto.

 

URBS MUNDI E TANTE MEZZE

93 Condivisioni

Eccoci Ragazzi,

Bel fine settimana movimentato per ragioni podistiche e non, finalmente io e la mia dolce Laura ci siamo uniti in matrimonio e per questo non eravamo presenti al gazebo, magistralmente presidiato da Fabio Bruno e dagli altri amici che hanno gestito la distribuzione dei pettorali e tutte quelle pratiche, a volte poco evidenziate, ma fondamentali a far si che tutto riesca alla perfezione. Devo dire che anche questa volta ci siamo riusciti, quindi un grazie ufficiale a chi ha fatto le nostre veci, portando anche bevande calde per il post gara. Tutto questo è successo alla Urbs Mondi, gara che Roma ci ha offerto ieri, con base stadio Nando Martellini. Cambio di percorso quest’anno; si parte subito con le salite per poi snodarsi nel centro di Roma. Tanti i partecipanti (quasi 4mila) per le tre tipologie di competizioni previste.  I bradipi si presentano in 26, più o meno con buone aspettative ma soprattutto per divertirsi. Isidoro Langone nonostante il suo infortunio alla mano decide di partecipare, e fa bene, arriva 8° assoluto e secondo di categoria con 52′,55″. A seguire, sempre entro l’ora Iossa e Coianiz. Marco Mercuri, Schirripa e Gala si piazzano subito dopo. Civica, Basta, Mercuri Tiziano, Pietrosimone, Voliero, Artegiani che segna il suo PB con 1h14″, e Garonna precedono la prima donna bradipa, Silvia Velletrani, seguita da Claudia Santini, Alan Annini e Barabucci.
Maratea Bonadies e Cinquina, in preparazione per la Maratona, introducono questo  percorso nel loro lungo per stare  con i compagni di squadra e poi proseguire per altri km. Chiudono la classifica bradipa, Carmela Fedele, Vitrone, Sauzzi e Luisa Lombardi. Oliva che parte molto determinato con Daniela Maratea, passa al 5° km facendo il PB, nonostante le salite, ma poi rallenta e si gode la gara. L’evento è bello, ma si presenta un po ammassato nell’area dello stadio di atletica, trafficati gli spostamenti a inizio e a fine gara, ma la cornice alla fine fa perdonare le defaillance logistiche.
Spostiamoci a Pescara, dove troviamo Alessio Biagioni  parte con tutti i buoni propositi, che mantiene fino al 25° km come da tabella. La previsione di chiusura è 2h36 minuti, tempo per vincere la Maratona,  ma i conti si fanno alla fine e infatti Alessio inizia ad aver problemi, dolori alla milza che lo fanno fermare per circa un minuto al 25°. Alessio è uno che non molla e riprende la gara, purtroppo il dolore lo fa correre a intermittenza facendolo chiudere in 2h50, che per la maggior parte di noi è un tempo inavvicinabile, ma lui questa volta si era preparato per fare meno.  Parte il sostegno della squadra che riconsola prontamente il top runner.
A Foligno partecipano i fratelli Bertacchi, Andrea purtroppo ha dei problemi e si ferma all’undicesimo km, Roberto chiude in 1h28 facendo il suo PB.

Andiamo a Parma per la ParMarathon, Giulio Conforti sceglie come lungo la distanza di 32 km prevista all’interno della manifestazione, arrivando 10° assoluto e 2° di categoria, mentre Francesca Erbi chiude sotto le 4 ore la sua 32km. Per la distanza di 42km Ash Ilardi  chiude in 3h31, trova il percorso molto ammiccante, si passa dal centro città, Palazzo Ducale, verso fuori, raggiungendo i torrenti e gli affluenti, la nebbia lascia il posto al sole in una bella giornata calda. Apprezzate partenza e arrivo dentro la Cittadella nonchè la cortesia ricevuta e la bella maglia della Macron che non è poco, inoltre alcuni ristori con Parmigiano Reggiano.
Varchiamo i confini italiani per raggiungere Lisbona, qui Gianpiero Marcotulli corre la sua Maratona in 4h23 in una città molto calorosa, con una bella giornata di sole.  Per questo fine settimana è tutto.
W i Bradipi sempre.

    

LA DOMENICA DELLE MEZZE: VICO TRANI E PALMA DE MAJORCA E MONACO MARATHON

105 Condivisioni

Eccoci anche questo lunedì a raccontare il fine settimana bradipo.
Non si può non fare menzione ai fantastici record, omologati e non, degli atleti Keniani Kipchoge e Kosgei.
Carichi e motivati i nostri bradipi si sono fatti strada nelle gare di fondo.
Alla Mezza di Vico, gara di criterium, 20 bradipi hanno cercato di dare il meglio. La gara è nota, si gira intorno al lago su un percorso saliscendi, sperando in condizioni di tempo ottimali per dare il massimo.
Qualcuno ci è riuscito egregiamente, il nostro triatleta Giulio Conforti sale sul podio dei vincitori arrivando terzo assoluto. Segue Alessandro Vischetti 2° di cat.
C’è chi ha corso come Pacer: Reali che è stato seguito nel suo lavoro di “accompagnatore” da da Ilardo e Bezera che centrano così il loro obiettivo con 1:29:24. A Seguire Gala Saverio, Montesi Roberto e poi le prime due donne bradipe, Carla Mazza che chiude insieme a Felicia Venuti la sua prestazione. In coppia hanno chiuso anche  Luca Gemelli che si fa la sua gara, sempre sorridente e ilare, insieme ad Augusto Carletti che inizia a raccogliere i frutti della sua preparazione zen, non solo atletica ma anche fisica, chiudendo in 1:45:40 con un fantastico PB e fantastico arrivo. A ruota Sauzzi, Giambartolomei e Levi, che con piccoli passi raggiunge un nuovo PB, di 1:47:22. Ancora abbiamo Aurora Giorgi che si piazza 4a di categoria e va a premio, e Fonsdituri Nicola sempre sotto le 2h, così come Paulo Cossio La Rosa che come Pacer riesce a portare al traguardo in 1:59:18. Paola Marinelli chiude in 2 ore seguita da Nazareno Barabucci. Chiude la Classifica Bradipa Francesco Pietrella, Pacer delle 2 ore e 15 con netto anticipo.
A Trani, nel circuito Corrinpuglia si è disputata la Tranincorsa Giovanni Cinquina e Micaela Dadi hanno accompagnato Alessandra Bonadies a casa sua, per correre la 21 km. Gareggiare nella propria città da sicuramente quel calore in più, quell’incitamento dato da qualche amico che ti spunta davanti durante il percorso, o quell’altro amico che ti fotografa dal proprio balcone mentre passi. Alessandra ha provato tutto questo e ha chiuso la sua prestazione in 1h57, seguita da Giovanni 1h58, mentre la strepitosa Micaela senza grossa preparazione ha fatto un ottimo tempo, 1h52. Il dopo gara prevede buon cibo Pugliese e mare.
Qualche bradipo ha varcato il confine Italiano scegliendo di correre all’estero. Mauro Masella solo soletto va a Palma di Majorca per correre la mezza che chiude in 1:46.10.
I nostri amici pazzarelli Marco e Tiziano Mercuri insieme a Antonio Fornari, si sono tirati dietro anche il più serio Daniele Iossa fino a Monaco, per correre la Maratona. La giornata è bella soleggiata e limpida, leggermente calda, ma correre tra i giardini è veramente piacevole. Tutto fa sperare in una bella prestazione, ma lo sappiamo che la “regina” non fa sconti a nessuno, e qualcuno ha pagato qualche errore di valutazione nella preparazione, o forse semplicemente una giornata no.  Daniele brillante fino al 28° km, inizia ad accusare forti dolori di stomaco che lo costringono a fermarsi più volte, anche se arriva  tenacemente al traguardo in 3h16 minuti. Antonio fa il suo, correndo bene in 3h33. Il calvario di Marco Mercuri inizia dopo la mezza, gambe di legno, si piantano sul terreno ma decide di continuare lo stesso, viene raggiunto prima da Antonio che lo supera e poi  dal fratello Tiziano (che parte da un altra griglia 10 minuti dopo) che lo aiuta fino al traguardo.  Si arriva insieme nonostante i 10 minuti di scarto (Marco 4,23 Tiziano 4h13) dati dalla partenza sfalsata, in uno stadio spettacolare che accoglie tutti i runners, tifo e ristori perfetti. Sicuramente Marco e Daniele hanno altri tempi in maratona e a seguito del duro allenamento si aspettavano di andare meglio, ma lo spirito bradipo ha vinto su tutto e dopo aver lavato via l’amarezza con una bella doccia si va tutti a mangiare wustel e a bere birra, rimandando la rivincita all’anno prossimo. A Monaco  partecipa anche Luisa Lombardi, che decide di corrersi la mezza senza l’assillo del tempo. Alla fine Hot dog e birra peritati anche a lei.
Questo fine settimana non abbiamo celebrato nessun matrimonio, ma è sempre bello sapere che all’interno  della squadra c’è tanta complicità, trasferte insieme, arrivi in coppia, sostegno a chi sta per mollare, tutto questo è ciò che  mi viene raccontato come resoconto alla fine delle gare, cosa che a me piace condividerlo con chi ha il piacere di leggere i nostri report, proprio per dare una interpretazione meno competitiva alle gare, che sono pur sempre gare, alle quali i nostri atleti bradipi si preparano seriamente, ma che non devono condizionare più di tanto questo sport intrapreso (ricordiamocelo) amatorialmente, che deve finire se possibile con un pranzo tutti insieme!
Dalla famiglia bradipa è tutto
W i Piano Ma Arriviamo
come sempre aggiungiamo qualche foto per ricordare i momenti delle gare

ULTRA DI ROMA, TELESE, S.IPPOLITO, CAPENA E CASTELLI ROMANI

146 Condivisioni

Eccoci ragazzi,

Anche questo primo week end di Ottobre il panorama podistico ci ha offerto una varietà di gare e distanze non indifferente. I cari bradipi si sono disseminati sul territorio come vado ora a raccontare.

Alla prima edizione della 50km Ultra di Roma, nelle 3 distanze a disposizione, si sono presentati diversi bradipi anche in veste di Pacer.
La cornice è invitante, quella del cuore di Roma, si parte in direzione Piazza del Popolo verso Via del Corso, dopo circa 4 km si riprende la salita del Pincio e si torna su, dove un percorso di circa 5 km, fatto più volte attende gli spavaldi corridori. Impegnativi saliscendi vengono asfaltati con l’incoraggiamento  del pubblico e compagni di squadra. Tra loro anche il Grande Giorgio Calcaterra, testimonial della manifestazione.
Passiamo a noi, i più audaci che hanno scelto la distanza massima sono Paulo Cossio la Rosa, Andrea Macchioni e Luigina Marrale.
Per la distanza intermedia il gruppo è più nutrito, Isidoro Langone arriva II° assoluto e 1° di cat. con 1h49, a seguire Conforti e il grande Peppe rispettivamente 3° e 4° di cat. con i palloncini delle 2h, rispettando puntualmente il taglio del traguardo. A seguire Alessandro Coianiz con 2h03, 3° di cat., subito dopo la grande Carla Mazza (che non sbaglia un colpo), 1a di cat.
I fratelli Bertacchi, Roberto e Andrea chiudono in 2h11 e 2h13 rispettivamente 5° e 6° di cat.
Anche Felice Cirelli, Roberto  Montesi e Claudio Assante riescono a concludere, così come il nostro ringiovanito Augusto Carletti che si piazza 5° di cat.
Alla 23esima posizione assoluta tra le donne troviamo Silvia Velletrani, anche 7a di cat. insieme a Massimiliano De Luca che le da una bella spinta emotiva a gestire la gara. Sotto le 3h troviamo anche Emiliano Calcagni, con 2h45. Chiara Lepori arriva dopo 3h3 minuti, e poco dopo  Fancesco Pietrella Pacer delle 3h08 riesca a portare al traguardo sotto le 3h i runners che si sono affidati ai palloncini.
Chi vuole faticare meno ma essere presente è Nazzareno Barabucci che alla 10 km chiude in 52 minuti. Una bella medaglia per tutti per inaugurare questa prima edizione.
Spostiamoci al mare, dove c’è la velocissima 10 km di Fiumicino , il Trofeo S. Ippolito, qui è presente Pietro Mirabelli che chiude in 37,57.

A Tarquinia alla 10 del mare 4 i bradipi, Francesco Primerano Mirarchi 43,38, Gabriele Elisei 48,56 Cristiano Boccadoro 53 miuiti e PB infine Anna Germani 1h07 che viene premiata come 10a di cat.
A Capena, hanno improvvisato la loro partecipazione alla gara svoltasi all’interno della manifestazione Vendemmiale i Fratelli Mercuri e la nostra Claudia Santini. Gara di 10,2km molto dura per via di due lunghe salite, ma anche molto divertente per il contesto Susan G.Komen, sempre a fianco delle donne in rosa. Claudia chiude con 56,40 mentre Marco 9° assoluto  in 42 minuti arriva 2° di  cat. e Tiziano in 49,20 4° di cat.
Salendo su per i Castelli Romani, la nostra nutrizionista Marina Ruffini affronta la mezza maratona in 2h21 arrivando 9a di cat.
Andiamo ora in Campania, a Telese alla Telesia half Marathon, dove ben 6 Bradipi hanno partecipato alla gara. Nonostante le due improvvise salite la gara si può definire veloce e ben organizzata, con generosi pacchi gara, leggermente freddo all’inizio, con folate di vento, ma poi l’aria si riscalda e si corre bene.  Le acque termali aiutano a riprendersi nel post gara. Vischetti e Reali in veste di Pacer, portando perfettamente puntuali al traguardo in 1h29,32, i palloncini. Seguono Ash Ilardi, 1h36, Alessandra Bonadies, 1h57, Giovanni Cinquina che rientra con questa gara in 1h58 e Francesca Erbi, 2h16.
Dalla famiglia bradipa è tutto.
Bravi ragazzi come sempre. Rimaniamo così.
W i Piano Ma Arriviamo

       

 

SONO COMMOSSO E VE LO VOGLIO DIRE

352 Condivisioni

Eccomi ragazzi…

Scrivo adesso dopo due giorni dalla nostra festa…lo faccio ora perché altrimenti non ci sarei riuscito, per via dell’emozione che mi avete fatto provare.
Domenica a me e a Laura ci avete regalato una giornata stupenda piena di significati ed emozioni. Una giornata che rimarrà sempre nei nostri cuori, perché ci avete dimostrato l’affetto e il piacere di stare con noi ma soprattutto di stare nel gruppo. Un unione che ormai è sempre più consolidata, un’ aggregazione che diventa sempre più forte. Un unione di tante persone che ne formano una sola, tanto rispetto gli uni verso gli altri, senza invidia da parte di nessuno, senza pensare alla competizione.
Il mio sogno, quando ho iniziato era di costruire tutto ciò e adesso mi avete dato la conferma.
Sono partito con tanta paura  all’inizio da solo, poco dopo è subentrata Laura che ha sostenuto supportato e portato avanti il nostro progetto.
Siamo arrivati ad oggi con voi tutti che ci sostenete e aiutate a valorizzare tutto, siete il pilastro di tutta la struttura, senza di voi sarebbe impossibile tutto questo…
Domenica siete stati unici…grandissimi vi siete affiatati ancora di più, vi siete  stretti vicino a noi ci avete scortato con il vostro affetto e questo per noi significa tanto, significa che noi tutti abbiamo vinto ma non con la competizione, ma con l’aggregazione e nella vita. Abbiamo e faremo sempre in modo che tutto rimarrà così: disponibilità l’uno con l’altro e voglia di vedersi per stare sempre insieme.
Io ringrazio voi uno ad uno per tutto quello che fate e che ci date..per le belle emozioni che ci fate sentire e fate sentire al di fuori del nostro gruppo..
Siamo e saremo sempre semplici senza invidia e con la voglia di vederci ogni giorno..

Grazie ragazzi siete tutto quello che si possa desiderare
Ci date tanto e ne siamo orgogliosi
Grazie ad uno ad uno

Peppe e Laura