GARE IN PISTA E LA VOGLIA DI CORRERE CRESCE

0 Condivisioni
Salve Bradipi,

passati  lockdown e flash mob dai balconi,  gare virtuali e videoconferenze di gruppo, finalmente qualcosa inizia a muoversi. Pur sempre nelle modalità consentite, ma è stato possibile scendere di nuovo in pista, presso lo stadio Paolo Rosi per partecipare alla manifestazione Regionale –  Cadetti e assoluti – il 18 e 19 Luglio. Il messaggio è stato accolto dai nostri bradipi Marco Mercuri e Roberto Ilardo che si sono cimentati sia nel 5000 che nei 1500mt con risultati gratificanti. Il caldo non li ha fermati facendoli correre con concentrazione e determinazione. Tutta la squadra è stata al loro fianco per gli incoraggiamenti, e poi per congratularsi dei risultati. Nonostante il periodo sia stato privo di gare, molti di noi hanno continuato gli allenamenti, per dare continuità alla nostra passione, per mettersi alla prova, per commentare insieme.
In un giorno qualunque, senza che ce l’aspettassimo, la nostra vita è cambiata. Le abitudini più semplici, come prendere un caffè con un amico, uscire con il partner, abbracciare chi si ama, sono diventate vietate. E così ci siamo ritrovati a vivere il presente in una bolla, incerti sul futuro ma sicuri solo di una cosa: andare avanti. Noi lo facciamo cercando il più possibile di mantenere unite le nostre vite certi di poter riprendere quasi da dove abbiamo lasciato.

W i Bradipi

 

PROVE GENERALI DI RITORNO ALLA NORMALITA’

Buongiorno amici

Un altro piccolo passo verso quello che abbiamo lasciato a fine febbraio è riprendere i nostri report, proprio per ricordare le nostre attività di squadra.
Durante questi mesi che ci hanno fortemente destabilizzato, preoccupato e soprattutto bloccato nella nostra libertà, siamo rimasti comunque uniti. Questa è la nostra parola d’ordine, non ne faccio mistero, la forza del gruppo, l’unione, sono le caratteristiche che contraddistinguono noi bradipi. Abbiamo fatto divertenti videochiamate su zoom, abbiamo cantato insieme, fatto video, cercando di condividere la Pasqua, distanti ma uniti. Abbiamo onorato la Maratona di Roma a cui tanto tenevamo, correndo ognuno 1km in pieno Covid, in casa, sul terrazzo, nel parcheggio di casa, in pochi metri, insomma abbiamo testimoniato con foto e video questo evento, per non dimenticare. A noi la competizione non interessa in  questo momento, ma correre/stare insieme nelle modalità consentite si.
Durante questi mesi, ad alcuni di noi sono venute a mancare persone care, alcuni hanno perso il lavoro, c’è chi ha dato spazio a nuova vita, chi ha concepito, altri hanno continuato pacatamente, vivendo il Covid step-by-step, ma sapendo che sul gruppo si poteva sempre contare.
La nostra chat è rimasta viva, dai  buongiorno mattutini, (spesso alle 5 di mattina) alle solite battute, ai consigli e a tutto quello che generalmente condividiamo.
Poi c’è stata la fase in cui sono iniziate a spuntare le gare virtuali, e alcune squadre con formazione spontanea, rispettando le regole, hanno preso parte alla staffetta 40ena virtual run, tramite la Rete del Dono, il cui incasso è stato devoluto per le attività di beneficenza gestite dalla rete. Questa prima novità ha rinvigorito la squadra, mettendo un po di pepe alle blande corse senza troppi obiettivi. Lo spirito è stato quello del divertimento, del ritrovarsi a piccoli gruppi per correre qualche chilometro assieme. Senza badare nel al tempo ne all’orologio, ma finalmente potersi rivedere per stare insieme.
Dopo questa bella iniziativa si è pensato di riprendere un piccolo campionato sociale, sempre con lo spirito di ritrovarci. La prima 10mila è stata corsa il 21 giugno, la seconda il 5 luglio, ci saranno ancora staffette e mezze maratone, tutto per darci la carica l’un l’altro, e per stare insieme. Adesso è così, piccoli gruppi di noi, ma è pur sempre meglio del nulla dei mesi passati, e noi ne facciamo tesoro.
Le difficoltà di questo periodo hanno unito ancora di più questa splendida realtà di cui vado fiero. Grazie sempre per quello che mi date, in attesa di poterci abbracciare.

Peppe