CORSA DELLA BEFANA E DEL GIOCATTOLO

Eccoci ragazzi,

un nuovo anno è incominciato, con tutti i buoni propositi che solitamente si fanno, con nuovi compagni di squadra da accogliere, anzi approfitto per dare loro il benvenuto anche qui, nel nostro “racconto” delle gare appena trascorse, in attesa che anche loro, se lo vorranno,  saranno protagonisti.
Anno iniziato con le due classiche prime gare romane, Corri per la Befana e la Corsa del giocattolo. La prima di 10,100 mt si svolge nel Parco degli Acquedotti, in una fredda ma limpidissima giornata di sole.  La gara si apre come sempre con la parte ludico spiritosa al gazebo, ma con promesse veramente allettanti per la parte finale, deliziata da dolci home made.
Alla gara sono presenti 51 bradipi, alla partenza c’è chi fa già la differenza, e gareggia per fare una buona prestazione. Il Presidente parte a razzo e fa una gara da solo, chiudendo in settima posizione assoluta e 1° di categoria con un tempo spettacolare. Seguono a coppia, come in una performace da nuoto sincronizzato Conforti (9° assoluto e 3° di categoria )  e Biagioni (10° assoluto e 2° di categoria). Poi c’è Andrea Bertacchi che dopo 5 anni torna su questo circuito, soddisfatto del suo tempo sotto i 38 minuti con la promessa di fare ancora meglio. Francesco Bari new entry con una buona prestazione sotto i 40′, segue Ilardo sempre sorridente e Reali, Capobianco Marco Mercuri, Guerrera e Di Nozzi. Nell’iconografia “Bradipa” Stefano Mostarda incarna perfettamente questo ruolo, ma ieri era presente anche lui facendo una buona prestazione, seguono ancora Civica, Elisei, Tiziano Mercuri, De Luca, Primerano, Artegiani e Barabucci. Pietrella che in formissima fa il suo PB scendendo così a 47:31,  Sauzzi insieme alla prima donna bradipa Felicia Venuti. Mauro Masella, Annini  e poco dopo Centofante e il nostro truciolo Luca Gemelli che scortano Calcagni come una principessa al ballo l’ultimo tratto di gara, facendogli si tirare il collo ma garantendogli un pb. Altra coppia di fatto Franceschini e Cassiani con Ristallo  e Fonsdituri poco dietro che arrivano sotto i 50′. Anche Fabio D’Ippolito inizia bene  l’anno con un pb chiudendo in 50:02. Un altra bravissima girl, Claudia Santini chiude in 50 minuti insieme Carlo Grasso, convalescente da un brutto periodo di influenza, che pertanto non voleva forzare e si è messo a disposizione della “grata” compagna di squadra. Altra sequenza di pb, Cristiano Boccadoro si staglia  su un 52:44,  Eleonora Felici scortata da Silvia Velletrani toglie circa un minuto e mezzo al precedente e chiude in 53:40, stesso tempo per Marco Garonna. Laura Marchetti in ripresa fa una bella gara, seguono altre ragazze, Marina Ruffini, Paola Marinelli, Aurora Giorgi e Francy Marchetti, Paola Barone, Luisa Lombardi, Carmela Fedele. Poi due new entry, Federica Biagini e Silvia Di Cesare. Chiude la fila bradipa, ma felice Anna Germani, ancora inebriata dalla We Run Rome, e sulla scia di quella gara ormai lanciatissima fa un altro pb 1h06.
La bellezza sta nel fatto che ogni bradipo si mette sempre a disposizione del compagno di squadra, qualsiasi sia la distanza, tenendo il passo incoraggiando con generosità, avendo in cambio la consapevolezza di aver fatto un bel gesto.
Altra gara, quella con base presso la terrazza del Pincio, la corsa del giocattolo, alla sua 44a edizione, per partecipare bisogna portare un giocattolo per beneficenza. Quest’anno vantava anche medaglia e maglietta per tutti. Gara storica, forse la più vecchia della Capitale sempre molto partecipata. Freddo e sole anche al centro di Roma, i bradipi presenti Coianiz e Maratea. La gara di 5 km si svolge tra Villa Borghese e il Pincio con percorso impegnativo per i suoi famosi saliscendi. Purtroppo non c’è classifica ufficiale in quanto totalmente in beneficenza, ma Coianiz sembra essersi ripreso quasi del tutto dal suo infortunio e fa una buona gara in progressione, Dany accompagna un’amica e chiudono anche loro in progressione.
Questa prima domenica di Gennaio è quindi all’insegna della generosità, cosa ormai nel dna dello spirito bradipo.
Alla prossima e W i Bradipi

  

 

209 Condivisioni