LA CORSA DI MIGUEL

196 Condivisioni

Eccoci ragazzi
come tutti i lunedì a raccontare la corsa, quella bella e senza polemica, quella che si è un po persa di vista ultimamente, ma che per fortuna ancora si respira, specialmente nel pre gara, di fronte ai tanti gazebo che colorano l’area riservata alla logistica.
Domenica perfetta per correre, freddo giusto, sole sempre con noi  in un bel cielo azzurro. I bradipi arrivano poco per volta, alcuni bradipi laboriosi hanno portato recovery homemade e devo dire che il livello è veramente altissimo. Con la promessa gastronomica che attendeva il gruppo la voglia di “fare presto” è stata la  parola d’ordine della giornata. E presto hanno fatto, perchè la pioggia di pb che si è registrata sui 65 atleti partecipanti è davvero alta.
I dolci di benvenuto sono stati anche un modo per far sentire subito i nuovi compagni di squadra a casa loro, ci si presenta si fa subito gruppo, tutti si allontanano per le varie pratiche di rito, riscaldamento, allacciamento e slacciamento compulsivo di scarpe, aggiustamento occhiali, check totale guanti gel ecc.. Pronti via!
Il percorso propone una zona partenza diversa dalla precedente edizione, siamo subito sul Lungotevere, ma in direzione opposta, dopo poche centinaia di metri si fa una curva a gomito per mettersi nella giusta direzione, sicuramente le esigenze sono queste ma specialmente nelle retrovie si forma una specie di tappo..  la gara rimane comunque molto veloce. Oltre 5mila i partecipanti alla competitiva, li attende lo stadio Olimpico in tutto il suo fascino, è sempre bello passare il tunnel per finire sul tartan a avere un punto di vista privilegiato per qualche minuto. I nostri ragazzi si comportano bene, meritano di essere nominati uno ad uno:
Noro Matte , Bertacchi Andrea, Bari Francesco,  Coianiz Alessandro,  Reali Alessandro,  Di  Nozzi,Marco,  Mercuri Marco, Guerrera Walter, Marino Giancarlo,  Martignano Alessandro,  Franceschi Federico,  Buovolo Fulvio,  Mercuri Tiziano, Cinquina Giovanni, Pinzuti Massimiliano, Addelio Vincenzo Pietro, Pietrella Francesco,  Masella Romeo, Artegiani Fabio, Barbieri Vincenzo, Stasi Geremia,  Basta Alessandro,  De Sanctis Stefano,  Bianchini Monica, Sauzzi Patrizio, Barabucci Nazzareno,  Venanzi Daniela, Giambartolomei Paolo,  Filabozzi Marco, Ilardo Roberto,  Bonadies Alessandra, Centofante Fabrizio, Dadi Micaela, Calcagni Emiliano, D’ippolito Fabio, Levi Gabriele, D’amico Leonardo, Papa Pamela, Velletrani Silvia, Marchetti Laura, Bruno Fabio, Maratea Daniela,  Panfili Giovanni, Felici Eleonora, Calabretta Michele, Somigli Cecilia, Garonna Marco,  Oliva Gabriele, Marchetti Francesca, Luzi Andrea, Barone Paola, Dante Francesca,  Morreale Giuseppe, Cuguru Federico,  Lombardi Luisa, Vitroni Sandrine, Falcone Iolanda, Saliola Alberto, Curzi Simone, Di Cesare Silvia, Pici Valentina, Germani Anna, Tenaglia Luca, Maria Biagini Federica, e poi c’è il grande Presidente Peppe, che ha fatto una gara strepitosa, cominciamo da lui. Dopo aver sistemato i suoi atleti al gazebo, sempre col sorriso, sempre stimolante e incoraggiante, attento alle esigenze di tutti, lui che non vuole scontentare mai nessuno, il nostro vecchio leone, quando vuole sa ancora stupire. Parte subito forte, determinato, fa gara avanti senza mollare mai un metro e finisce in 32 minuti e 59 secondi assieme al nostro caro Francesco Fagnani mezzo bradipo, che salutiamo e a cui facciamo gli auguri per il suo altrettanto strepitoso rientro in gara. Ma ieri la bandiera bradipa è stata portata anche da altri di noi, Andrea Bertacchi che migliora di gara in gara scendendo a 36,51 il suo pb, Coianiz che inserisce la gara nel suo lungo e fa un tempo che inizia di nuovo con il “3” di 39,29, Giovanni Cinquina che monta il razzo e si ritrova con un 45,19, Francesco Pietrella che fa le cose per bene, chiudendo in 46 netti, il rientro di Romeo Masella che soffre la sua gara dopo tanto mantenendo un buon 46,31, Fabio Artegiani che centra il suo pb di 46,35, la prima donna bradipa, Monica Bianchini con un 47,10, ancora Paolo Giambartolomei, anche lui un po latitante che rimane soddisfatto del suo tempo di arrivo e sembra aver ritrovato un buon feeling con la corsa, poi c’è la coppia Bonadies-Ilardo, amici e complici in questo arrivo volante per Alessandra che ringrazia pubblicamente Robertone dal cuore buono che sacrifica la sua corsa per fargli da lepre regalandole un pb di 48,32. Stesso Accade per Micaela dadi che accompagnata da Fabrizio Centofante, fa un ottimo tempo inaspettato vista la sua semi latitanza dalle ultime gare. Fabio D’ippolito regolare fino alla fine fa pb di 49 minuti, nota stonate purtroppo per Dany Maratea che a metà gara deve rallentare per un piccolo problema fisico, che le fa stringere i denti e arrivare al traguardo bruciando un potenziale pb, che agguantano invece la sempre sorridente Eleonora Felici in 52,16 e la new entry Cecilia Somigli che debutta con un pb 52,22. Gabriele Oliva parte in 3a onda ma fa una bella gara di recupero che gli regala un ottimo tempo che diventa pb 53,30. Anna Germani ormai è lanciata e anche in questa gara si regala l’ennesimo pb 1,04,29. Altro risultato, 10° posto nel conteggio di società.
Finalmente tutti a mangiare i dolci! Ad accoglierci le care Aurora e Paola che sono state  le nostre sentinelle al gazebo.
La cosa bella di questa gara sono anche le tante Jolette che hanno partecipato a questa edizione, dando spazio a circa 14 persone spinte da 150 podisti volontari e onorati di farlo, con il sostegno e gli applausi di tutto il pubblico che costeggiava le strade fino all’entrata allo Stadio.
Infine voglio dire che tutti i nostri Pb sono dedicati al runner prematuramente scomparso Fabio Tosoni a cui è stato dedicato un minuto di silenzio prima dello start e a cui ci stringiamo ancora una volta intorno.

196 Condivisioni