NINFA DUE VOLTE RACE FOR THE CURE E LA VOGLIA DI CORRERE

245 Condivisioni

Eccoci amici,

mi piace ricordare gli eventi, il susseguirsi delle settimane, le gare svolte,  i piccoli particolari,  i ragazzi a premio, insomma una nostra banca dati di emozioni che giorno dopo giorno diventa sempre più grande, in cui entrano ed escono persone, dando sempre più spessore a noi, ai Piano Ma Arriviamo.

Noi siamo amatori, i nostri principi sono legati molto più  al divertimento e allo spirito di squadra che al risultato. Certamente c’è anche quello, ma è un dettaglio che fa parte si un concetto più grande, che si chiama Sport. Lo Sport intrinsecamente contiene degli ingredienti, come la lealtà, lo spirito di sacrificio, l’esempio, il rispetto, l’amicizia. Deve costruire alleanze andando oltre la competizione. Gioia di stare insieme a prescindere dalla squadra di appartenenza. E ogni tanto bisogna enunciarlo e non darlo per scontato.

Sulla base di questi principi, Sabato siamo andati a correre nell’Oasi di Ninfa, a Sermoneta,  luogo un po meno magico quest’anno, per via del terreno fangoso che non ha reso le cose facili ai nostri amici bradipi.
Divertimento e impegno hanno portato qualche premio di categoria è un’ottima cena post gara.

Ben 24 i nero-verdefluo, che con la loro presenza hanno portato un premio alla squadra come seconda classificata per numero di partecipanti.

La Nostra infaticabile Carla Mazza 2a donna assoluta. Passando ai premi di categoria, Aurora Giorgi 2a, Claudia Santini e Silvia Velletrani quarte. Per gli uomini, Marco Mercuri, 2°, Alessandro Reali, Daniele Iossa 3°posto di categoria, Tiziano Mercuri 4° e Pietrosimone Vittorio 2° di categoria m65.

La pioggia non ci abbandona nemmeno Domenica, quando 16 bradipi si incontrano al Circo Massimo per prender parte alla manifestazione che comprende sia la gara competitiva che la camminata di 5 km, la Race For The Cure.

Allo start insieme alle sedici bandiere dei paesi europei che ospitano l’evento che si occupa della prevenzione e della cura dei tumori del seno, hanno sfilato donne in rosa mamme bimbi e anche qualche amico a 4 zampe. Tra questi una squadra: la Zucca di Bubu, capitanata da Roberto Bertacchi, il suo amico Claudio e la moglie,  una splendida donna in rosa. La squadra compie il suo terzo anno. Quest’anno è stato raggiunto il numero di 342 iscritti e 6000 euro donati alla komen. Questo grazie a tantissime donne tra cui le nostre twins, Paola Marinelli, Aaurora Giorgi, Chiara Lepori e tanti runners di tutte le società che hanno contribuito con una donazione. La Zucca di Bubu è fatta di persone semplici e generose, è ancora un  diamante grezzo che ha  tantissime storie da raccontare.

Insomma questa non è una gara in cui si punta al risultato, ma alla solidarietà. Anche se devo fare i miei complimenti a Gabriele Oliva che rispetto all’edizione precedente ha migliorato il tuo tempo di 13 minuti.

Tra comunioni ed altri eventi tipici del mese di Maggio abbiamo ancora bradipi resistenti che hanno sfidato il tempo di nuovo a Ninfa, correndo fino a Cisterna la 15 km gli atleti Claudio Medaglia e Gianpiero Marcotulli.

Ilardi Ash invece arriva 5° assoluto con 2h23 al 1° Trail di Pomarance – Rocca del Sillano. Sotto un diluvio, che ha costretto gli organizzatori a riadattare il percorso perché non si poteva guadare in alcuni punti. Per fortuna c’era qualche tratto in asfalto a dare respiro, che può definire la gara “veloce”. Alla fine la gara si conclude in 23,5km al posto dei 28 previsti.

W I Piano Ma Arriviamo

Il Presidente

245 Condivisioni